CsenAgainstViolence_CONI_Logo.png

 

CSEN AGAINST VIOLENCE – LO SPORT CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Grazie al Progetto CONI 2018, prende il via l’iniziativa “CSEN Against Violence – Lo sport contro la violenza sulle donne”, una campagna di comunicazione sociale inserita nel più ampio circuito CSEN contro la violenza, che ha l’obiettivo di raccogliere e valorizzare le azioni e i progetti del nostro Ente che abbiano tra le finalità la lotta contro la violenza verso tutti i soggetti e le fasce sociali più deboli.

Il progetto cerca di mettere in luce l’importanza del ruolo educativo e di trasmissione dei valori dello sport nella prevenzione di questa forma di violenza, spesso originata da erronei stereotipi di genere e convinzioni sbagliate sui ruoli sociali e di coppia.

Nello specifico la campagna di comunicazione “CSEN Against Violence – Lo sport contro la violenza sulle donne” ha l’obiettivo di far riflettere il mondo sportivo su quali siano gli strumenti in suo possesso in grado di ridurre il fenomeno, e porre l’attenzione di atleti e tecnici su domande come:

   - In quali modi lo sport può aiutare una donna ad acquisire maggiore sicurezza in se stessa e fornirle maggiori strumenti per prevenire e gestire situazioni di violenza?

   - Come può lo sport contrastare o prevenire l’insorgere di convinzioni maschili sbagliate su cosa è lecito fare o non fare nei confronti dell’altro sesso che possono dare origine a una violenza di questo tipo?

In linea con la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istambul) lo CSEN, come primo Ente in Italia per numero di sportivi associati, ha deciso di contribuire all’argomento con una campagna di comunicazione sociale mirata, che ha intenzione di portare sul web e in alcuni dei suoi eventi nazionali più importanti.

La campagna di comunicazione ha dato vita a 5 cartoline realizzate associando una foto sportiva, scelta tra quelle degli eventi CSEN, a una frase significativa che potrebbe essere pronunciata da una sportiva o uno sportivo che non permetterebbero mai che un uomo possa fare violenza su una donna. Allo stesso tempo, è stata realizzata una “ricevuta di ritorno”, nella quale viene chiesto alle persone di contribuire alla campagna lasciando un proprio pensiero sull’argomento che potrà collaborare alla realizzazione del Calendario CSEN 2019.

Gli eventi nazionali nei quali il circuito sarà presente per distribuire le cartoline e raccogliere le ricevute di ritorno sono:

   - FSB Show – Il Fitness, lo Sport ed il Benessere in Fiera”, Fiera di Udine – Padiglione CSEN, 10 e 11 Marzo 2018;

   - Stage Nazionale di Judo e discipline associate “Chianciano 2018”, Chianciano Terme, 6, 7 e 8 Aprile 2018;

   - "Campionato Nazionale di Ju Jitsu CSEN 2018", Acireale, 21 e 22 Aprile 2018;

   - “2° Giornata dello Sport Mario Pappagallo”, Roma, 13 Maggio 2018.

Come ha affermato il Presidente Nazionale CSEN Francesco Proietti: “Il mondo sportivo può fare molto contro la violenza e tutti coloro che ne fanno parte lo sanno bene, ma a volte è importante sottolinearlo e ribadirlo con forza anche all’esterno.”

L’iniziativa del circuito CSEN di comunicazione sociale rientra nel Progetto CONI 2018 dal titolo “PROGETTO EMPATIA – Lo sport previene la violenza di genere” ed è promossa dall’ufficio CSEN Progetti Nazionale, facente capo al Referente Nazionale Andrea Bruni.

Per maggiori informazioni: www.csenprogetti.it - info@csenprogetti.it

Il progetto è patrocinato da Panathlon International – Distretto Italia, che ha sposato l’iniziativa in linea con

i valori fondamentali dell’organizzazione.

C.A.V._30aprile_web.jpg

Comunicato stampa lancio del progetto - 5 Marzo 2018

Comunicato stampa FSB Show - 12 Marzo 2018

 

 

Per saperne di più sul progetto:

Web: www.csenprogetti.it
Fb: CSEN Against Violence - https://www.facebook.com/csenagainstviolence/
IG: CSEN Against Violence - https://www.instagram.com/csenagainstviolence/
Mail: info@ufficioprogetti.it
Referente Ufficio Progetti CSEN Nazionale: Andrea Bruni