Banner Unidans x Sito Csen.jpg

Progetto Europeo UNIDANS

Il Centro Sportivo Educativo Nazionale è partner del Progetto Europeo UNIDANS, il progetto co-finanziato dal Programma Erasmus+ che ha come focus lo sviluppo e il potenziamento delle competenze dei Tecnici di Danza integrata (Unified Dance), con l’obiettivo di allargare la pratica della danza rivolta ai ballerini e alle ballerine diversamente abili e di promuovere l’inclusione sociale attraverso la danza.

I Partner del progetto

Il progetto è promosso dalla Scuola di formazione professionale "Ioan Kunst Ghermănescu" (IKJ) della Romania (Main Partner), che opera in stretta collaborazione con l’Università nazionale di educazione fisica e sport di Bucarest, e svolto in partnership con il Club Esportiu Alba (Spagna), parte dell’organizzazione no-profit Associació Alba, specializzata nella creazione di situazioni di apprendimento e scambio reciproco di competenze per favorire l’inclusione sociale di bambini, adolescenti e adulti con disabilità, problemi di salute mentale e/o a rischio di emarginazione.

 

Il progetto

UNIDANS vuole essere un’occasione di confronto tra Paesi Europei per la crescita e lo sviluppo della danza integrata, attraverso tre eventi chiave che potranno permettere alle realtà territoriali dei Paesi aderenti di incontrarsi, dialogare, scambiarsi idee, condividere esperienze e far emergere buone pratiche, che saranno raccolte e accessibili a tutti su un apposito sito internet.

Scopo ultimo del progetto è anche la costruzione di un percorso formativo dell’operatore sportivo di danza integrata, attuale lacuna in molti Paesi dell’Unione Europea che, inevitabilmente, risulta la causa di una carenza di istruttori adeguatamente formati e in grado di fronteggiare tutte le possibili problematiche, di una bassa frequenza di atleti diversamente abili alla disciplina e, di conseguenza, di un non utilizzo di tutto il potenziale della danza, e dello sport, come fattore di inclusione sociale delle persone svantaggiate.

 

Gli eventi

I tre eventi del progetto UNIDANS saranno aperti a tutte le realtà locali del Paese ospitante (Associazioni, Organizzazioni, Enti, Istituzioni, Operatori di settore, Tecnici, atleti, famiglie e cittadini) e avranno l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sul problema di tutti gli interessati, offrire occasioni di scambio e confronto tra attori impegnati sull’argomento, dare la possibilità di fare rete tra realtà che perseguono scopi comuni, mettere a disposizione strumenti formativi a coloro che vogliano allargare i propri orizzonti conoscitivi, fornire esempi pratici di come realizzare inclusione sociale attraverso la danza.

Ad ogni evento saranno coinvolti circa 100 allenatori, volontari e operatori del settore e almeno 20 realtà tra associazioni e organizzazioni operanti nel campo dell’inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso la danza e le arti dello spettacolo appartenenti al Paese ospitante.

Gli eventi previsti sono:

  • 26-27 Marzo 2019: Unidans Event Romania (Bucarest)
  • Settembre-Ottobre 2019: Unidans Event Spagna
  • Gennaio-Febbraio 2020: Unidans Event Italia (Roma)

All’interno di ogni evento saranno organizzati:

  • Conferenza stampa;
  • Incontro pubblico di presentazione del progetto;
  • Seminario formativo sulla danza integrata;
  • Lezione aperta di danza integrata.

Informazioni e contatti:

Per maggiori informazioni e contatti presto online il sito Unidans.

Per informazioni su come prendere parte all’evento italiano scrivi a: europe@csenprogetti.it

Segui tutti gli sviluppi su questo e altri progetti europei sul sito www.csenprogetti.it e sulle pagine Facebook Csen Progetti e Csen Europe

"I bisogni specifici e la situazione dei gruppi sottorappresentati devono essere affrontati e il ruolo speciale che lo sport può svolgere per i giovani, per le persone con disabilità e le persone provenienti da contesti meno privilegiati deve essere preso in considerazione. Lo sport può facilitare l'integrazione nella società di migranti e persone di origine straniera e sostenere il dialogo interculturale".

Libro bianco sullo sport (2007) - Commissione Europea